Il mediatore linguistico: a JOB l’eccellenza delle scuole di formazione...

Nel corso degli ultimi anni la figura del mediatore linguistico è diventata sempre più popolare e richiesta nel mondo del lavoro. In un’epoca in cui l’incontro tra culture è ormai all’ordine del giorno diventa necessaria una figura che possa mediare tra i rispettivi rappresentanti. Questa mediazione riguarda tanto la lingua quanto la cultura.

Il mediatore linguistico, quindi, è proprio colui che media la comunicazione tra persone che non solo parlano lingue diverse, ma appartengono anche a culture distanti tra loro. Per questo risulta indispensabile che il ruolo di mediatore sia svolto da qualcuno che conosca non solo la lingua, ma anche le usanze e tradizioni di un Paese. Conoscenze un po’ più ampie, quindi, di quelle acquisite da un semplice traduttore. La figura del mediatore, infatti, può operare in contesti anche molto diversi tra loro: civile, penale, didattico, organizzativo e via dicendo. Ma sempre con un unico obiettivo: mediare la comunicazione tra i rappresentanti di culture diverse, il che implica una conoscenza approfondita del linguaggio verbale e non verbale.

A JOB&Orienta l'offerta formativa sotto il profilo della mediazione linguistica è solida e diversificata. Numerose sono, infatti, le presenze e le proposte per l'anno 2021. La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Padova "Dante Alighieri" crea professionisti con competenze approfondite in almeno due lingue (oltre all'italiano). Il concetto è quello di un'istruzione superiore fortemente professionalizzante che guarda con attenzione al mercato del lavoro, come si può ben evincere dalla differenziazione dei tre percorsi: indirizzo multimediale, indirizzo marketing e moda, indirizzo turismo e sostenibilità.

Da Milano - che si conferma polo culturale d'eccellenza – giunge a Verona per partecipare per parte per la prima volta a JOB&Orienta, la SSML P.M. Loria, che propone un dipartimento umanistico e uno economico, con moduli e percorsi caratterizzanti in base all'orientamento lavorativo degli studenti, e la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Limec, istituto a ordinamento universitario, con la recente apertura di una sede a Genova, che si occupa anche di coordinamento e sviluppo di progetti post-universitari, master e seminari monografici.

La SSML CIELS Pallavicini di Bologna, altra presenza nuova per JOB, partecipa presentando la molteplicità di indirizzi inseriti nella sua offerta formativa: criminologia, turismo, diplomazia e marketing internazionale, che consentono l'accesso a numerose lauree magistrali.

Ad arricchire l'offerta, la Fondazione Scuola per Interpreti e Traduttori Carlo Bo, fondata nel 1951, con sede a Milano, alla quale l'Università IULM affida tutti i laboratori linguistici, ma con una rete attiva nei centri urbani di Roma, Firenze, Bologna e Bari. La formazione prevede, a partire dal secondo anno, tre percorsi a fini professionali distinti per aree di competenza: Mediazione linguistica e negoziazione internazionale, Digital communication and social media marketing, International trade and multicultural sales.

Con i poli di Firenze e Mantova, infine, si inserisce Unicollege, istituto a ordinamento universitario triennale, orientato al mondo del lavoro, con programmi e esperienze formative anche all'estero e laboratori professionali.

...
Redazione JOB&Orienta
Categorie/Target: Studenti Scuole Notizie in evidenza
Permalink:
https://www.joborienta.net/site/it/2021/10/12/il-mediatore-linguistico-a-job-leccellenza-delle-scuole-di-formazione/